Questo sito utilizza cookies, chiudendo questo messaggio dai il tuo consenso al trattamento dei dati.

Chiudi

Incassi, ancora in testa Captain Marvel

1622 views

Debutta al secondo posto Daniele Luchetti con Momenti di trascurabile felicità, chiude il podio Escape Room

18 marzo 2019

Brusco calo al box office italiano: non basta la Marvel e la sua eroina omonima. Da giovedì 14 a domenica 17 marzo nel campione Cinetel si sono incassati solo 6.900.768 (il peggior weekend del 2019), con un calo del 27% rispetto al precedente fine settimana che aveva sfiorato i 9 milioni e mezzo. Rimane in testa senza rivali Captain Marvel (Disney) con 2.057.457 euro per una perdita del 50%; fisiologica per un grande blockbuster, ma c’è da dire che il film non allarga più di tanto la sua base di spettatori (altrimenti il calo sarebbe più contenuto), come avviene per i top title dei cinecomic (a fine aprile sarà ben altra la performance del prossimo capitolo degli Avengers, di cui è appena stato rilasciato un nuovo, intrigante trailer). Il film vede calare anche molto la sua media: l’incasso è stato ottenuto in 763 sale, per 2.697 euro a schermo; il totale ora è a 7.793.985 euro. Comunque un buon incasso, per una nuova franchise e una nuova eroina.

Dopo il confermato leader, ai piani alti si trovano tre nuovi film. Al 2° posto un film italiano, il bel Momenti di trascurabile felicità di Daniele Luchetti (01), con la stralunata e toccante coppia formata da Pif e Thony; il film ha incassato 767.899 euro in 422 schermi, per una media (buojna ma non eccelsa) di 1.820 euro a sala. Al 3° posto Escape room (Warner) con 747.864 euro in 327 sale (media: 2.287 euro), al 4° posto Un viaggio a quattro zampe (Warner) con 451.369 euro in 330 schermi per una media-sala di 1.368 euro.

Continua la corsa di Green Book (Eagle), al 5° posto con 443mila euro e un incasso complessivo di 9 milioni. Numeri che lo rendono il terzo incasso del 2019 (dopo Ralph Spacca Internet e Aquaman), e uno dei film vincitori degli Oscar come miglior film di maggior successo degli ultimi anni: dopo aver superato gli 8,7 milioni di euro del recente La forma dell’acqua e de Il discorso del Re (uscito nel 2011), Green Book ora punta a superare i 9,4 milioni di The Departed – Il bene e il male, uscito in Italia nel 2006.

Al 6° posto segue Non sposate le mie figlie 2 (01), che al secondo weekend incassa 347.729 euro (-44%) in 373 sale per una media schermo bassissima: 373 euro. Il totale è arrivato a 1.074.795 euro. Partenza frenata per Boy Erased – Vite cancellate (Universal), al 7° posto con 264.814 euro in 204 schermi (media pari a 1.298 euro per sala). Ancora in top ten 10 giorni senza mamma (Medusa), che al sesto weekend riesce ancora ad essere all’8° posto con 161mila euro, per un incasso globale superiore ai 7,3 milioni (film italiano più “ricco”, finora, nel 2019). Al 9° posto il film di animazione C’era una volta il principe azzurro (M2), che al terzo weekend incassa ancora 156.542 euro per un totale di 935.987 euro. Chiude la top ten Domani è un altro giorno (Medusa) di Simone Spada, con la coppia Marco GialliniValerio Mastandrea che al quarto weekend raccoglie ancora 154mila euro per un incasso complessivo di 1,6 milioni.

Tra le altre novità troviamo Sara e Marti – Il film (Disney), al 13° con 94.390 euro in 110 schermi (media sala: 858 euro), che conferma come certi fenomeni televisivi non si riescano a trasporre su al cinema; al 21° posto il francese La promessa dell’alba (I Wonder) con 45.671 euro in 43 sale (per una media schermo di 1.062 euro), al 28° posto l’ottimo Sofia (Cineclub Internazionale) con 16.378 euro in 18 schermi (media sala: 910 euro), al 30° posto Il coraggio della verità (Fox) con 15mila euro in 40 sale (media pari a 390 euro a schermo). Una di quelle uscite quasi tecniche per una major, di cui non si capisce molto il senso.

Escono dai primi dieci posti I villeggianti di Valeria Bruni Tedeschi (Lucky Red), che perde solo un posto scendendo all’11° posto con 145mila euro e un totale di 473mila euro dopo il secondo  weekend; l’animato Asterix e il segreto della pozione magica (Notorious), al 12° posto con 144.539 euro e un totale dopo il secondo weekend di 530mila euro; al 18° posto Croce e delizia di Simone Godano (Warner), con Alessandro Gassmann, Fabrizio Bentivoglio, Jasmine Trinca e Filippo Scicchitano, che al terzo weekend incassa 64mila euro per un totale di 1.120.193 euro; infine al 20° posto Ancora auguri per la tua morte (Universal), che al terzo weekend incassa 56mila euro per un totale di 1,1 milioni.

Antonio Autieri

 

 

Caro lettore, se ti è piaciuto questo articolo ti chiediamo un contributo, anche piccolo, per continuare a fare il nostro lavoro sempre meglio e continuare a crescere.

La redazione di Viva il Cinema!

cool good eh love2 cute confused notgood numb disgusting fail