Questo sito utilizza cookies, chiudendo questo messaggio dai il tuo consenso al trattamento dei dati.

Chiudi

Genovesi con De Luigi in testa negli incassi

1333 views

Seguono nella classifica del weekend Il corriere – The Mule di Clint Eastwood e la new entry Alita – Angelo della battaglia

18  febbraio 2019

Faticano le nuove uscite, tanto che comandano – a ruoli invertiti – i primi due film della settimana scorsa, e puntuale arriva un ulteriore calo al box office italiano. Infatti, da giovedì 14 a domenica 17 febbraio nel campione Cinetel si sono incassati 8.974.525 euro (erano 10,9 milioni lo scorso fine settimana): il -18% rispetto a sette giorni prima preoccupa, ovviamente, anche se più in prospettiva che nel dato in sé; a scorrere i prossimi elenchi, di titoli di sicuro impatto non se ne vedranno per qualche settimana. Anche se le sorprese (magari Modalità aereo tra una settimana?) sono sempre possibili. Come si vede anche dal nuovo leader in classifica: la commedia 10 giorni senza mamma di Alessandro Genovesi (Medusa), con Fabio De Luigi e Valentina Lodovini, sale dal 2° posto alla posizione di vertice assoluto con 1.911.358 euro in 520 schermi (media: 3.676 euro): vero che erano aumentati di ben 84 unità, ma aver contenuto il calo fisiologico da secondo weekend  a un -11% è un buon risultato; il totale dopo una decina di giorni è di 4.465.950 euro. Di questi tempi, per una commedia, niente affatto male. Per De Luigi, che pure appare abbastanza ripetitivo nelle sue performance, è il secondo successo stagionale dopo Ti presento Sofia. In entrambi i casi produce Colorado Film.

Scende al secondo posto, ma regge bene con un decoroso -35%, Il corriere – The Mule di Clint Eastwood (Warner): l’incasso al secondo weekend è di 1.444.229 euro  in 515 sale (anche per questo film sono aumentate, anche se meno), per una media di 2.804 euro a schermo) e un totale di 4.196.146 euro. Chiude il podio al 3° posto la new entry Alita – Angelo della battaglia (Fox), film di fantascienza prodotto da James Cameron e diretto da Robert Rodriguez con 1.031.935 euro in 459 schermi e una media sala di 2.248 euro. Si conferma al 4° posto Green Book (Eagle), con 975.369 euro al terzo weekend e un incasso complessivo di 4.946.140 euro. Al 5° posto il film di animazione Dragon Trainer – Il mondo nascosto (Universal), sempre al terzo weekend di programmazione, con 735.050 euro e un totale di 6.512.406 euro.

Seguono ben quattro film nuovi, di cui due italiani. Al 6° posto debutta La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi (Vision), fresco vincitore del premio per la miglior sceneggiatura al Festival di Berlino, con 575.611 euro in 307 sale (media di 1.875 euro a schermo), seguito al 7° posto dal film di animazione belga Rex – Un cucciolo a palazzo (Eagle) con 412.098 euro in 313 schermi (media sala pari a 1.317 euro), all’8° posto da Un’avventura di Marco Danieli (Lucky Red), con 375.964 euro in 361 sale (media schermo di 1.041 euro), al 9° posto da Crucifixion – Il male è stato invocato (Adler) con 338.859 euro in 196 schermi (per una media di 1.729 euro a sala). Un altro film italiano – e sono ben 4 su 10 – chiude la top ten: si tratta di Il primo re di Matteo Rovere (01), che al terzo weekend incassa altri 181.940 euro, per un totale di 1.975.809 euro. Un risultato apprezzabile, per un film coraggioso e impegnativo che certo avrà chance anche all’estero.

Dai primi dieci posti escono questi film: all’11° posto  Creed II (Warner), con 145mila euro al quarto weekend e un totale di 7,1 milioni; al 12° posto La favorita (Fox), con 107mila euro sempre al quarto weekend, per 2 milioni e mezzo complessivi; al 14° posto Mia e il leone bianco (Eagle), con 88mila euro e rotti al quinto weekend per un risultato globale di 5 milioni e mezzo; al 17° posto

l’horror L’esorcismo di Hannah Grace (Warner), che al terzo weekend raccoglie 44mila euro per un totale vicino a 1,3 milioni; al 18° posto Remi (01), con 40mila euro al secondo weekend e un totale di 304mila euro. Da segnalare il campione stagionale Bohemian Rhapsody (Fox), che ha arrotondato a 28,4 milioni di euro.

Altri nuovi film in classifica sono poi al 15° posto La vita in un attimo (Cinema) con 55.844 euro in 65 sale (media schermo pari a 859 euro), al 19° posto Un valzer tra gli scaffali (Satine) con 37.374 euro in 32 schermi (media sala di 1.168 euro), al 33° posto Ognuno ha diritto ad amareTouch Me Not (I Wonder), Orso d’oro a Berlino esattamente un anno fa, con 6.793 euro in 19 sale per soli 358 euro a schermo.

Antonio Autieri

Caro lettore, se ti è piaciuto questo articolo ti chiediamo un contributo, anche piccolo, per continuare a fare il nostro lavoro sempre meglio e continuare a crescere.

La redazione di Viva il Cinema!

cool good eh love2 cute confused notgood numb disgusting fail