Questo sito utilizza cookies, chiudendo questo messaggio dai il tuo consenso al trattamento dei dati.

Chiudi

Incassi, un leone sbrana tutti

1248 views

Dopo Mia e il leone bianco, seguono Glass e Non ci resta che il crimine

21 gennaio 2019

Non sono mancate le sorprese al box office, nel weekend appena concluso che ha sostanzialmente mantenuto le posizioni del precedente. Da giovedì 17 a domenica 20 gennaio, infatti, nel campione Cinetel si sono infatti incassati ben 11.464.900 euro, con un calo di appena il 3% rispetto al weekend precedente (che si era attestato a 11,8 milioni). E già questa è una sorpresa, non essendoci super blockbuster  in uscita nel fine settimana. In testa, altra sorpresa, troviamo un family di produzione franco-sudafricana: Mia e il leone bianco (Eagle) ha fatto registrare al debutto 1.929.892 euro in 402 schermi (media sala: 4.801 euro), cifra che gli ha permesso di bruciare al fotofinish un’altra novità, ovvero il sequel Glass (Disney), al 2° posto con 1.843.531 euro in 506 sale (media, 3.643 euro a schermo). Scende al 3° posto il precedente leader della classifica, dopo parecchi mesi, troviamo un film italiano (e sono ben quattro i titoli nei primi dieci): ovvero Non ci resta che il crimine (01) di Massimiliano Bruno con 1.241.943 euro (-39%) in 475 schemi (media sala, 2.615 euro), per un totale dopo il secondo weekend di 3.654.643 euro.

Al 4° posto, mantiene la posizione incredibilmente (ma ormai aggettivi e avverbi si sprecano) Bohemian Rhapsody (Fox), che all’ottavo weekend di programmazione sfiora il milione di euro (964.847 euro per la precisione), perdendo solo il 23% e con ancora un’ottima media di 3.102 euro a schermo nelle 311 sale che ancora lo propongono. L’incasso complessivo ha superato un altro tetto: ora è a 26,4 milioni. E vediamo cosa succederà domani con le nomination agli Oscar… Al 5° posto una novità: L’agenzia dei bugiardi (Medusa), con 893.223 euro in 360 schermi (2.481 euro di media a sala); al 6° posto perde quattro posizioni Aquaman (Warner) che al terzo weekend incassa altri 864.559 euro superando i 10 milioni, per l’esattezza 10.099.239 euro. Di poco superiore ai 10.072.320 euro di Ralph spacca Internet (Disney), al 7° posto con 844.408 nel weekend (e sempre con quattro posizioni in discesa).

Debutta all’8° posto Maria regina di Scozia (Universal) con 767.130 euro in 322 sale (media schermo: 2.382 euro), seguito al 9° posto da Van Gogh – Sulla soglia dell’eternità (Lucky Red) che al terzo weekend aggiunge altri 558.943 euro al risultato totale di 3,4 milioni. Il pittore olandese funziona sempre. Chiude la top ten City of Lies – L’ora della verità (Notorious) con Johnny Depp, che al secondo fine settimana raccoglie 338.418 euro, per un incasso complessivo di 1.258.225 euro. Altro nuovo film in classifica è il francese La douleur (Valmyn/Wanted), al 15° posto con 68.523 euro in 39 schermi (media sala: 1.757 euro). Mentre un altro film francese, la commedia Il gioco delle coppie (I Wonder), risale al 12° posto e supera il mezzo milione di euro.

Escono dalle prime dieci posizioni questi film: all’11° posto Vice – L’uomo nell’ombra (Eagle), con 187mila euro e rotti al terzo weekend e un totale di 1,4 milioni; al 13° posto Moschettieri del re (Vision), con 121mila euro al quarto weekend che porta l0incasso complessivo a 5 milioni; al 14° posto La Befana vien di notte (Lucky Red/Universal), che sempre al quarto weekend raccoglie 94 mila euro arrivando così a 7,7 milioni; al 16° posto Attenti al gorilla (Warner), con 65mila euro al secondo weekend e un totale (deludente) di 534mila euro.

Antonio Autieri

Caro lettore, se ti è piaciuto questo articolo ti chiediamo un contributo, anche piccolo, per continuare a fare il nostro lavoro sempre meglio e continuare a crescere.

La redazione di Viva il Cinema!

cool good eh love2 cute confused notgood numb disgusting fail