Questo sito utilizza cookies, chiudendo questo messaggio dai il tuo consenso al trattamento dei dati.

Chiudi

I 25 anni di Schindler’s List

581 views

Torna in sala a gennaio il capolavoro di Spielberg

6 dicembre 2018

Liam Neeson in Schindler’s List

E alla fine di quattro giorni in cui si sono viste tante proposte interessanti, con emozioni e consensi altalenanti, è arrivata quasi “a tradimento”, inaspettata, l’emozione più grande alle Giornate Professionali di Cinema di Sorrento, che si sono concluse oggi. Proprio durante l’ultima convention, quella di Universal Pictures International Italy, è stata annunciata la riedizione a gennaio di Schindler’s List, il capolavoro di Steven Spielberg che tornerà nei cinema in occasione del 25° anniversario dalla sua uscita. Un contenuto speciale o alternativo, come si dice in gergo, perché sarà proposto solo per quattro giorni nelle sale, ma coprendo addirittura un weekend: da giovedì 24 a domenica 27 gennaio, per farlo coincidere con il Giorno della Memoria.

Quando il direttore marketing di Universal, Massimo Proietti, ha annunciato la notizia ci è sembrato di cogliere nella sua voce un’incrinatura di comprensibilissima emozione. La stessa che hanno provato le centinaia di persone presenti in sala, che in quel momento non erano addetti ai lavori in caccia dell’auspicato nuovo successo in grado di “fare i soldi” e riportare un po’ di sereno nella lunga crisi che il mercato cinematografico vive da ormai quasi tre anni. Erano semplici appassionati di Cinema, capaci nonostante tutto di emozionarsi e commuoversi nel rivedere quelle indimenticabili immagini in bianco e nero (spezzate da quella macchia rossa, quella bambina e il suo cappottino!), con tre attori straordinari come Liam Neeson, Ben Kingsley, Ralph Fiennes che allora pochissimi conoscevano; immagini accompagnate da quelle frasi rimaste scolpite nella memoria («quanto vale la loro vita, per voi?», «chiunque salva una vita salva il mondo intero»), con quella musica che strappa le lacrime a chiunque. Erano persone che rivivevano in pochi secondi quanto provato la prima volta tanti anni fa, di fronte a un film capace di spiazzare il mondo intero, che non si aspettava da Spielberg (reduce, pochi mesi prima, dall’enorme successo di Jurassic Park) un film del genere.

Personalmente amiamo molto le riedizioni di vecchi film, che da alcuni anni arricchiscono l’offerta cinematografica grazie a svariati soggetti. Sono occasioni preziose. Questa, lo è massimamente. Per chi non ha mai visto Schindler’s List (senza tante prediche ai giovani, l’educazione si fa “sotto traccia”, con l’esempio: invitiamoli semplicemente a vedere un grande film, una storia terribile e bellissima al tempo stesso, un’esperienza che non dimenticheranno mai), per chi l’ha visto su piccolo schermo e vuole riscoprirlo nelle migliori condizioni possibili, per chi lo vuole rivedere ma in casa non trova mai l’occasione. Fatevi un regalo, a gennaio.

PS Questo non vuol dire snobbare le proposte nuove, ovviamente. Ne parleremo in un articolo ad hoc.

Antonio Autieri

Il trailer originale della riedizione di Schindler’s List

Caro lettore, se ti è piaciuto questo articolo ti chiediamo un contributo, anche piccolo, per continuare a fare il nostro lavoro sempre meglio e continuare a crescere.

La redazione di Viva il Cinema!

cool good eh love2 cute confused notgood numb disgusting fail